UNISTRASI - Università per Stranieri di Siena - Ateneo Internazionale
Laura Benedetti parlerà del suo romanzo "Un paese di carta", 30 maggio ore 16.15

 / 

Laura Benedetti ricopre la prestigiosa cattedra Laura and Gaetano De Sole Contemporary Italian Culture presso la Georgetown University a Washington. È autrice di saggi e monografie importanti nel campo degli Studi rinascimentali, come pure nella contemporaneistica nel cui ambito si segnala in particolare il suo volume "La tigre di carta": un contributo decisivo per la riscoperta del campo simbolico della maternità nelle scrittrici del Novecento italiano.

Martedì 30 maggio 2017, alle 16.15 (aula 1-2), sarà ospite dell’Università per Stranieri di Siena in qualità di scrittrice. Ha infatti scritto un romanzo, "Un paese di carta" (Pacini, Pisa, 2015), che racconta la diaspora di una genealogia femminile. La vicenda inizia con Alice, aquilana trapiantata negli Stati Uniti alla fine degli anni Cinquanta, e continua fino ai giorni nostri con Jane, sua figlia, e poi con Sara, una delle sue nipoti. La saga familiare di questa bibliotecaria, una cosmopolita paradossale profondamente legata agli spazi americani e alle proprie radici italiane, è un frammento della nostra storia nazionale. Perché lo straniero/tumbleweed qui non è tanto o non solo questa esule, ma anche l’Italia: il paese adorato e tuttavia rifuggito quando, nel 1957, Alice scopre la verità politica rimossa che decise durante la Seconda Guerra mondiale il destino di suo fratello. Un paese che Alice continuerà ad amare e a ritrovare per tutta la vita attraverso la sua letteratura.

L’incontro conclude il percorso della triennale di Letterature comparate su "Lo straniero. Migrazioni e culture a confronto".