UNISTRASI - Università per Stranieri di Siena - Ateneo Internazionale
FAQ Accesso documenti amministrativi

 /    
Ultimo aggiornamento: 12/3/2014   

COS’E’ IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI ?
È il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia dei documenti amministrativi

COS’E’ UN DOCUMENTO AMMINISTRATIVO ?
Un documento amministrativo è ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non, relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una Pubblica Amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse.

CHI PUO’ ESERCITARE IL DIRITTO  DI  ACCESSO?
Chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale nell’atto per il quale viene presentata la richiesta, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento stesso.

LA RICHIESTA DI ACCESSO PUO’ ESSERE PRESENTATA ANCHE DA UNA PERSONA DIVERSA DAL RICHIEDENTE?
Sì, purchè sia in possesso di delega

COME SI CONCRETIZZA IL DIRITTO DI ACCESSO?
Si puo presentare una richiesta informale alla struttura competente indicando gli estremi del documento al quale si è interessati. La richiesta, esaminata immediatamente, salvo ricerche di archivio, sarà accolta con indicazione della pubblicazione contenente le notizie, esibizione del documento, estrazione di copie, ovvero altra modalità.
 Per accogliere la domanda sono considerati elementi indispensabili:
• nome e cognome del richiedente
• recapiti
• titolo in base a cui viene presentata la richiesta (es. sig. Mario Rossi  in veste di partecipante al concorso X)
• motivazione della richiesta
• i riferimenti precisi per individuare il documento che si vuole visionare
• copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità
Il responsabile del procedimento di accesso informale è il responsabile dell’ufficio presso il quale è detenuto l’atto al quale si richiede di accedere.

QUALI SONO I TEMPI DEL DIRITTO DI ACCESSO FORMALE?
Nel caso in cui non sia possibile l’accoglimento immediato della richiesta in via informale, là dove sorgano dubbi sulla legittimazione del richiedente, sulla sua identità o comunque quando ne faccia richiesta l’interessato, si deve fare una richiesta scritta compilando il modulo di richiesta di accesso.
Il provvedimento di accesso formale si conclude entro trenta dal ricevimento della richiesta (farà fede il timbro di arrivo del protocollo dell’Ateneo), salvo la sospensione del termine nei casi di richiesta incompleta o irregolare e fino al perfezionamento della stessa. Se la richiesta fosse irregolare o incompleta, l’Amministrazione, entro dieci giorni, avvisa il richiedente con raccomandata con avviso di ricevimento o con altro mezzo idoneo a comprovarne la ricezione. In tal caso il termine del procedimento ricomincia a decorrere dalla presentazione della richiesta corretta.
La richiesta può essere inviata per fax o per posta ordinaria al Magnifico Rettore dell’Università per Stranieri di Siena  P.zza Carlo Rosselli 27/28    53100 Siena

IN QUALI CASI È ESCLUSO L’ACCESSO?
L'esclusione di atti e documenti dal diritto di accesso è disciplinata dall’art. 28 del Regolamento di Ateneo di attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241.

COSA FA L’AMMINISTRAZIONE?
L'Amministrazione può fornire una risposta entro 30 giorni dalla data di registrazione della domanda presso l’Ufficio Protocollo dell’Università. L’atto di accoglimento della richiesta di accesso contiene l’indicazione dell’Ufficio presso cui rivolgersi, nonché di un periodo di tempo, non meno di 15 gg, per prendere visione dei documenti o per ottenere copia.
L’amministrazione può anche accogliere la richiesta solo in parte, motivando il provvedimento. La limitazione del diritto di accesso è disciplinata dall’art. 29, comma 1 del  Regolamento di Ateneo di attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241.
 L’Amministrazione può anche disporre il differimento dell’accesso.
Il differimento dell’accesso è disciplinato dall’art. 29, comma 2 e 3 del Regolamento di Ateneo di attuazione della legge 7 agosto 1990, n. 241.
Il mancato accoglimento della richiesta di accesso deve essere motivato a cura del responsabile del procedimento.

QUAL È IL COSTO PER ESERCITARE IL DIRITTO DI ACCESSO?
La visione dei documenti è gratuita. Il richiedente può prendere appunti o trascrivere in tutto o in parte il documento senza poterne richiedere copia.
€ 5,20 Diritti fissi di accesso.
Il rilascio di copia è subordinato solo al rimborso del costo di riproduzione. Il costo di riproduzione è di 0.25 per ogni facciata fotocopiata e consegnata, € 1 per le copie su supporto digitale e il rimborso di eventuali spese di spedizione.
L’importo, nel caso di accoglimento dell’istanza, deve essere pagato direttamente all'Ufficio Economato dell’Ateneo prima della consegna dei documenti richiesti..

E SE L’AMMINISTRAZIONE NON ACCOGLIE LA RICHIESTA?
Il richiedente può presentare ricorso: 
1. al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) entro 30 giorni dal provvedimento di rifiuto;
2. alla Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi istituita presso la Presidenza del Consiglio, entro 30 giorni; 
3. al Presidente della Repubblica entro 120 giorni (si tratta, in questo caso, di ricorso straordinario).



Ufficio Affari Generali

tel. +39 0577 240166
fax +39 0577 281030
urp@unistrasi.it

 

Servizio Primo Contatto ed Informazione

tel. +39 0577 240115
fax +39 0577 281030
info@unistrasi.it