UNISTRASI - Università per Stranieri di Siena - Ateneo Internazionale
La Regione Toscana finanzia 5 progetti dell'Università per Stranieri di Siena per assegni di ricerca

 / 

                           

L'Università per Stranieri di Siena, nell'ambito del Programma Culture e Lingue per la Contemporaneità (CLiCo) del Bando regionale POR FSE 2014-2020, Assegni di ricerca in ambito culturale, ha ottenuto il finanziamento di 5 progetti , con 7 assegni di ricerca di durata biennale. 

Il finanziamento della Regione Toscana di 244.440 euro, è rivolto ai seguenti progetti:

- SIENA 2021 “Siena per Dante. Documenti di lingua, cultura e letteratura fra medioevo ed età moderna”, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Siena (2 assegni di ricerca);
- DIMMILEX “Diari multimediali migranti: lessico della memoria, analisi e diffusione”, in collaborazione con la Fondazione Archivio Diaristico Nazionale Pieve Santo Stefano (AR)  (1 assegno di ricerca);
- Tessuti SOCIALI (SOCIal Learning, Allestimenti museali, Lingue, Interazioni), in collaborazione con il Museo del Tessuto di Prato (1 assegno di ricerca);
- GEO-IUALC “Geografia per l’Innovazione Umanistica Applicata ai Luoghi di Cultura”, in collaborazione con l’Accademia dei Fisiocritici di Siena (2 assegni di ricerca)
- D.A.M.Fip-Digital Archives maggio fiorentino “Memorie digitali. L’archivio del Maggio Musicale Fiorentino”, in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino (1 assegno di ricerca)

Accanto ai partner principali, ciascun progetto prevede una larga rete di collaborazioni con enti privati e pubblici attivi nel settore dei beni culturali e della ricerca.

“L'ottenimento di questi sette assegni di ricerca in base a un bando competitivo regionale ha confermato la qualità dell'attività scientifica che l'Università per Stranieri di Siena esprime da tempo, e che la rende un autorevole punto di riferimento anche per il territorio che più le è vicino”, ha messo in evidenza Giuseppe Marrani, delegato del Rettore alla Ricerca. “Gli enti partner con cui avremo occasione di collaborare grazie ai fondi ottenuti sono fra i più importanti attori del panorama culturale regionale, e i giovani che beneficeranno degli assegni potranno così svolgere un percorso biennale in ambienti che daranno loro molte ottime occasioni di migliorarsi e di progredire nella ricerca. Un grazie particolare va pertanto alla Fondazione Monte dei Paschi di Siena che ha cofinanziato i nostri progetti, dando così un contributo decisivo alla realizzazione di questi percorsi virtuosi, che miglioreranno sensibilmente il sistema dei beni culturali regionali e l'offerta culturale destinata alla cittadinanza”.