UNISTRASI - Università per Stranieri di Siena - Ateneo Internazionale
Percorso di formazione degli insegnanti: Formazione Iniziale e Tirocinio FIT – (ex TFA)

 /   /    

Il D.L. 59/2017 ha introdotto un nuovo sistema di formazione e reclutamento degli insegnanti che non prevederà più l’abilitazione e dunque sostituisce totalmente i percorsi di TFA.
Si tratta di un percorso di formazione retribuito, della durata di tre anni, di formazione teorico pratica tra scuola e università.

 

Normativa:

DECRETO MINISTERIALE del 10 agosto 2017, n. 616 

Modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici (CFU)  

http://www.miur.gov.it/web/guest/-/modalita-acquisizione-dei-crediti-formativi-universitari-e-accademici-di-cui-all-art-5-del-decreto-legislativo-13-aprile-2017-n-59 

 

DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 59
Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00067) (GU Serie Generale n.112 del 16-05-2017 - Suppl. Ordinario n. 23)  Entrata in vigore del provvedimento: 31/05/2017
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/05/16/17G00067/sg

CIRCOLARE MIUR 23 GIUGNO 2017
Soltanto il Miur, con decreto attuativo non ancora pubblicato, individua “i settori scientifico-disciplinari all’interno dei quali sono acquisiti i 24 CFU/CFA […] e gli obiettivi formativi, le modalità organizzative del conseguimento dei crediti in forma extra-curricolare e gli eventuali costi a carico degli interessati, nonché gli effetti sulla durata del corso per gli studenti che eventualmente debbano conseguire detti crediti in forma aggiuntiva rispetto al piano di studi curricolare”

http://www.miur.gov.it/web/guest/comunicati/-/asset_publisher/W7Uka1ndVGrg/content/reclutamento-e-formazione-iniziale-docenti-in-arrivo-il-decreto-sulle-modalita-di-acquisizione-dei-crediti-formativi-universitari-chi-oggi-offre-corsi?inheritRedirect=false&redirect=http%3A%2F%2Fwww.miur.gov.it%2Fweb%2Fguest%2Fcomunicati%3Fp_p_id%3D101_INSTANCE_W7Uka1ndVGrg%26p_p_lifecycle%3D0%26p_p_state%3Dnormal%26p_p_mode%3Dview%26p_p_col_id%3Dcolumn-2%26p_p_col_count%3D1%26p_r_p_564233524_categoryId%3D396011%26p_r_p_564233524_resetCur%3Dtrue

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 febbraio 2016, n. 19
Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, a norma dell'articolo 64, comma 4, lettera a), del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. (16G00026) (GU Serie Generale n.43 del 22-02-2016 - Suppl. Ordinario n. 5)
note: Entrata in vigore del provvedimento: 23/02/2016
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-02-22&atto.codiceRedazionale=16G00026&elenco30giorni=false

 Requisiti di accesso vedi art. 5 DL 59/2017 “Requisiti di accesso”
Le modalità di accesso all’insegnamento nella scuola pubblica italiana sono in fase di profonda revisione e ancora non si conoscono i dettagli.

In ogni caso, è bene sapere che per accedere all’insegnamento nella scuola pubblica italiana è necessario:

  1. laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso;
  2. 24 crediti formativi universitari o accademici acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell'inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche. Gli SSDS sono indicati nel DM 616/17 http://www.miur.gov.it/web/guest/-/reclutamento-e-formazione-iniziale-dei-docenti-firmato-il-decreto-sulle-modalita-di-acquisizione-dei-crediti-formativi-universitari-e-accademici 

Si consiglia a chi abbia intenzione di diventare insegnante nella scuola pubblica italiana di rivolgersi fin dal primo anno di studi di laurea triennale al proprio docente tutor, o al docente Coordinatore del proprio corso di studi, e di chiedere loro consigli su come progettare il piano di studi adeguato alle proprie esigenze.

Concorso vedi art. 6 DL 59/2017 “Prove di esame”
Concorso pubblico nazionale per l’accesso al percorso triennale di formazione iniziale e tirocinio e inserimento nella funzione docente FIT. Il concorso prevede tre prove  di  esame,  delle  quali  due,  a carattere nazionale, sono scritte e una orale:

  • prima prova scritta: valuta il grado delle conoscenze e competenze del candidato su una specifica disciplina, scelta dall’interessato tra quelle afferenti alla classe di concorso;
  • seconda prova scritta: valuta il grado delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche. Il superamento della seconda prova è condizione necessaria per accedere alla prova successiva;
  • prova orale: colloquio che ha l’obiettivo di valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato in tutte le discipline facenti parte della classe di concorso, con particolare riferimento a quelle che eventualmente il candidato non abbia scelto nell’ambito della prima prova, di verificare la conoscenza di una lingua straniera europea al livello B2 del Quadro Comune Europeo e il possesso di abilità informatiche di base. La prova orale comprende anche quella pratica, ove gli insegnamenti lo richiedano.

Per i posti di sostegno è prevista una prova aggiuntiva.

Percorso vedi Capo III DL 59/2017 “Percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento”
I Fit si articoleranno in:

  • un primo anno finalizzato al conseguimento del diploma di specializzazione di cui all'articolo 9, per l'insegnamento nella scuola secondaria o in pedagogia e didattica speciale per le attivita' di sostegno didattico e l'inclusione scolastica;
  • un secondo anno di formazione, tirocinio e primo inserimento nella funzione docente, di cui agli articoli 10 e 11;
  • un terzo anno di formazione, tirocinio, e inserimento nella funzione docente, di cui agli articoli 10, 11 e 13.